Piatti tipici senesi

piatti tipici siena3

Avere un Bed and Breakfast a Siena offre la possibilità di assaporare i piatti tipici senesi.Dopo aver camminato nelle sue strade ricche di storia ed aver esplorato i suoi vicoletti ameni e pittoreschi, tra palazzi nobiliari e monumenti di inestimabile bellezza, non c’è modo migliore per concludere l’itinerario attraverso la città di Siena se non quello di sedersi in uno dei suoi tanti ristoranti

e degustare alcuni dei piatti tipici della cucina locale, caratterizzata da ingredienti genuini, semplici e saporitissimi.


antipasto toscanoGli antipasti tipici senesi: Salumi e formaggi locali da degustare col caratteristico pane senza sale, oltre che i funghi (porcini e tartufi) di cui le colline che circondano Siena sono prodighe, aprono nel migliore dei modi il viaggio nei sapori di questa terra. Dalla cinta senese, una razza suina antichissima allevata allo stato brado, e attraverso una lavorazione particolare, si producono affettati (capocollo, finocchiona, salame e prosciutto) dal sapore che non ha uguali. Il Pecorino di Pienza (o delle Crete Senesi) è l’altro antipasto che non deve mai mancare sulla tavola toscana, meglio se accompagnato con miele o confettura di fichi. Completano la prima parte del pasto la fettunta (bruschetta fatta con pane casereccio e olio extravergine d’oliva), i crostini bianchi (con formaggio e tartufo bianco), quelli neri (con fegato di pollo o coniglio, cipolla, capperi e alici) e col sugo ai funghi porcini.

pappardelle ai funghi

I primi piatti tipici senesi: Mangiando in una osteria o in un ristorante a Sienanon dovrete far mancare in tavola i pici un tipo di pasta lavorata a mano che non si trova in nessun’altra parte d’Italia. Potrete assaporarli con condimenti d’ogni sorta (con cacio e pepe, con ragù d’anatra, di lepre o cinghiale, con sugo di pomodoro all’aglione, con sugo ai funghi) l’uno più gustoso dell’altro. Squisite sono anche le pappardelle con carne di selvaggina, preparate cuocendo in salmì pezzetti di lepre o cinghiale precedentemente marinati nel vino del Chianti, e gli Gnudi, tortellini cui manca l’involucro di pasta (perciò detti anche Malfatti ottimi sia se conditi semplicemente con burro e salvia, sia se gratinati al forno con sugo di pomodoro. In alternativa alla pasta si possono scegliere una varietà di zuppe e piatti poveri che devono la loro origine alla tradizione culinaria contadina, nella quale sono protagonisti gli ingredienti semplici e i sapori dell’orto e le ricette pensate per riutilizzare gli avanzi dei pasti precedenti. Tra questi si possono degustare la Zuppa Frantoiana (o Senese), i cui ingredienti principale sono ortaggi, fagioli cannellini e pane tostato, la Panzanella, fatta con pane casereccio, pomodoro, cipolla e olio d’oliva, la Ribollita, la cui ricetta originale richiede ben 3 giorni di preparazione, e l’Acquacotta, piatto con pane casalingo tostato, uova e pecorino grattugiato.

bistecca chianinaI secondi piatti tipici di Siena: Carni e cacciagione dominano in toto, o quasi, la scena dei secondi piatti. Della cinta senese vi abbiamo già detto, ed oltre ai salumi se ne ricavano bistecche che, cucinate con salsa di pomodoro e vino rosso, sono una vera prelibatezza. Ovviamente buonissima anche qui è la bistecca alla fiorentina, ma volendo potete preferirle una tagliata di Chianina servita con rucola fresca e scaglie di formaggio. Un altro piatto tipico di Siena di antiche origini contadine è la Scottiglia, uno spezzatino di carni miste (coniglio, maiale, manzo, pollo, agnello, faraona, piccione) cotto in umido con vino e odori e guarnito con un denso sugo piccante a base di pomodoro, farina e peperoncino. Passando alla cacciagione, va assolutamente assaggiato il sapore deciso e selvatico della carne di cinghiale arrostita o preparata, così come la carne di lepre, “in dolce e forte” secondo una ricetta che prevede la cottura in umido della carne con vino rosso e trito di odori, ed insaporita poi con chiodi di garofano, qualche candito, uvetta, pinoli, miele e cioccolato grattugiato. Tordi al girarrosto, pollo al mattone, chiocciole o trippa alla senese e fegatelli sono alcune delle altre prelibatezze tipiche di questa terra, da accompagnare, così come la carne, con ottimi contorni a base di verdure grigliate, patate, o fagioli cannellini, cotti nel fiasco o all’uccelletto.

cantucci vin santoI dolci tipici di Siena: Le tantissime specialità dolciarie senesi chiudono il pasto in bellezza. Si possono scegliere i famosissimi cantucci da intingere nel Vin Santo, i ricciarelli, fatti con pasta di mandorle, i cavallucci, con miele, noci e canditi, i beriquocoli, oppure ancora il tradizionale Panforte di Siena, il Pan co’Santi, i cenci o le copate, per un pranzo o una cena in cui, dall’antipasto al dolce, non si ha che l’imbarazzo della scelta. Il tutto da accompagnare con uno dei tanti vini DOCG di qualità eccelsa prodotti nel territorio del Chianti. Tra i bianchi spiccano la Vernaccia, il Bianco Val d’Arbia, il Galestro o il Bianco della Valchiana. Per i rossi, oltre al Chianti Classico ed al Chianti dei Colli Senesi, potete mettere in tavola il pregiatissimo Brunello di Montalcino, il Rosso di Montalcino, il Nobile o il Rosso di Montepulciano ed il Sant’Antimo.

Non ci rimane davvero che augurarvi buon appetito!