Contrada della Chiocciola

Contrada Chiocciola

La Contrada della Chiocciola

Il territorio della Contrada della Chiocciola coincide col rione di San Marco, borgo di cui si hanno testimonianze già a partire dal XIII secolo, quando nuove abitazioni vennero a raggrupparsi intorno alla chiesetta ivi presente, dedicata al Santo Evangelista.


Il rione assunse una propria identità definita già nel XIV secolo e fin dal 1482 ad esso comincia ad associarsi il simbolo della chiocciola, animale del quale gli abitanti del rione fecero realizzare un enorme esemplare in legno, che alcuni giovani accompagnarono poi in corteo per le strade della città di Siena. Un carro ligneo in forma di chiocciola riapparve quindi a rappresentare la contrada nel 1492, in occasione di un Gioco della Pugna nel quale fecero il loro esordio anche il Drago, la Giraffa e l’Onda.

Contrada ChiocciolaLa Contrada della Chiocciola si estende nel Terzo di Città e comprende anche parte del territorio originariamente incluso nella Contrada della Quercia, oggi soppressa. In via San Marco si trova sia la Sede della contrada, sia l’Oratorio, ovvero la Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, che ne sono i patroni, sia il Museo, ospitato nella cripta della chiesa. Davanti all’oratorio si trova poi la fontanina battesimale della contrada, realizzata nel 1947 dallo scultore Fulvio Corsini.

Lo stemma della Chiocciola ritrae invece questo animale simbolo di prudenza su uno sfondo argento affiancato dalle iniziali U e M, privilegio concesso in occasione della visita a Siena di Umberto I e Margherita di Savoia nel 1887. I colori della bandiera sono il rosso e il giallo listati d’azzurro, mentre “Con passo lento e grave nel campo a trionfar Chiocciola scende” costituisce il motto della contrada. Essa può vantare ben 51 vittorie al Palio, anche se l’ultima risale ormai all’agosto del 1999. La Chiocciola è alleata con l’Istrice, la Pantera e la Selva, mentre sua nemica storica è la Tartuca. Per ulteriori informazioni sulla Chiocciola e sulle iniziative della contrada potete visitare il sito ufficiale della Contrada.