Contrada della Civetta

Contrada Civetta2

Della Contrada della Civetta si hanno molte notizie già nel XVI secolo, quando gli abitanti del rione si distinsero in diverse giostre storicamente antecedenti il Palio, quali le cacce dei tori o le bufalate, mentre la prima vittoria nella celebre corsa di cavalli risale al 2 luglio del 1664.


Il titolo di “Priora” è stato invece assunto nel 1905, data in cui proprio nel territorio della Civetta, all’interno della Chiesa di San Cristoforo, si tenne la prima assemblea del Magistrato delle Contrate, organo sorto per salvaguardare le tradizioni del Palio nel quale si riuniscono i 17 Priori che sono alla guida delle altrettante contrade di Siena. Il territorioContrada Civetta della Civetta ricopre oggi la zona più centrale della città, occupando parte delle tre strade principali (Via Banchi di Sotto, via Banchi di Sopra e Via di Città) proprio a ridosso di Piazza del Campo. La Sede della Contrada si trova invece in via Cecco Angiolieri, ove si situano anche l’Oratorio, ossia la Chiesa di San’Antonio da Padova che è il patrono del rione, e il Museo, che si trova all’interno del Castellare degli Ugurgeri, struttura che ospita anche la fontanina battesimale realizzata nel 1963 dallo scultore Adolfo Micheli.

Vedo nella notte” è invece il motto della Civetta, animale che è effigiato incoronato nello stemma partito di rosso e nero, ed è affiancato dalle iniziali U e M dei nomi di Umberto I e Margherita di Savoia che visitarono Siena nel 1887. Dopo le prime 32 vittorie al Palio, il 16 agosto del 2009 la Civetta ha finalmente interrotto un digiuno che durava ormai dal 1979 e che le era valso per 5 anni il titolo di “nonna”, nomignolo attribuito alla contrada che non vince la manifestazione da più tempo. La Civetta è storicamente alleata con Aquila, Istrice, Giraffa e Pantera, mentre è sorta di recente (intorno agli anni ’60) un’accesa rivalità con il Leocorno. Per tutte le info sulla Contrada della Civetta potete visitare il sito ufficiale.