Contrada della Giraffa

Contrada Giraffa

L’imperiale Contrada della Giraffa

La contrada della Giraffa oltre che del titolo di “Imperiale”, conquistato per decreto di Vittorio Emanuele III dopo la vittoria del Palio del luglio 1936 volto a celebrare l’Impero coloniale italiano può sfoggiare le qualifiche di “Reale” e “Repubblicana” .


La contrada della Giraffa si è infatti aggiudicata l’ambitissimo drappellone anche nella competizione del lugContrada Giraffalio 1887, svoltasi alla presenza dei reali Umberto I e Margherita di Savoia, e in quella dell’agosto 1946, cui partecipò come spettatore Enrico De Nicola, Presidente provvisorio della neonata Repubblica Italiana. Oltre che questi tre titoli la Giraffa può inoltre vantare, unica tra tutte le contrade, ben tre cappotti (ossia la vittoria nello stesso anno del Palio di Provenzano a luglio, e del Palio dell’Assunta ad agosto), impresa riuscita nel 1807, nel 1897, e nel 1997. La Contrada della Giraffa si estende nel Terzo di Camollia, ed ha la sua Sede in via delle Vergini, 18. L’Oratorio è invece la Chiesa del Suffraggio, sita nella cripta della Colleggiata di Provenzano. In piazzetta della Giraffa, invece, si trovano sia il Museo della contrada che la fontanina battesimale, realizzata dallo scultore Salvatore Bocci.

Nello stemma, l’animale esotico simbolo di questa contrada, col quale si identifica l’eleganza, compare portato alla corda da un moro e sormontato da un nastro azzurro con la dicitura Umbertus I dedit, inserito a seguito del decreto regio del 1936. I colori della bandiera sono il rosso e il bianco, mentre “Più alta la testa, più grande la gloria” è il motto che la Giraffa fa proprio. Le vittorie ufficiali al Palio della contrada sono finora 34, l’ultima delle quali conseguita il 16 agosto del 2011. Gemellata con la città di Grosseto ed alleata con Civetta, Istrice e Pantera, la Giraffa non ha attualmente alcuna rivalità ufficiale, dopo la fine degli attriti col Bruco andati avanti fino al 1996 per divergenze sui confini. Per curiosità, informazioni e iniziative potete visitare il sito della Giraffa alla pagina ufficiale.