Contrada della Pantera

Contrada Pantera

La Contrada della Pantera

Il simbolo della Contrada della Pantera compare anche nello stemma di Lucca, ed è molto probabile che gli abitanti del rione Laterino lo abbiano fatto proprio durante la partecipazione alle feste pubbliche del XVI secolo.


L’obbiettivo era omaggiare i ricchi mercanti di quella città che al tempo risiedevano numerosi nella zona nord ovest compresa entro le mura di Siena. Il territorio della Contrada della Patera si estende nel Terzo di Città e attualmente include, tra le altre, via di Stalloreggi, via Paolo Mascagni e via Ettore Bastianini. La Sede e il Museo della contrada si trovano invece in via San Quirico, 26, Contrada Panteramentre l’Oratorio è in Pian dei Mantellini ed è rappresentato dalla Chiesa di San Niccolò del Carmine. In piazza del Conte sorge la fonte battesimale realizzata nel 1977 dallo scultore Giulio Corsini. Nello stemma d’argento della contrada è rappresentata una pantera maculata rampante, affiancata nell’angolo sinistro dalla lettera “U”, iniziale di Umberto I di Savoia. I colori della bandiera sono invece il celeste ed il rosso listati di bianco, mentre due sono i motti che i contradaioli panterini fanno propri: “Il mio slancio ogni ostacolo abbatte” e “La pantera ruggì e il popolo si scosse”. Alla Pantera sono riconosciute ufficialmente 26 vittorie al Palio, l’ultima delle quali ottenuta nel luglio del 2006.

La contrada è alleata con la Chiocciola, la Civetta, la Giraffa e il Leocorno, mentre dopo la fine di una intensa rivalità con la Selva nell’800, vi è inimicizia ufficiale con la sola Aquila. Per conoscere meglio la Contrada della Pantera, potete consultare il sito ufficiale.