San Gimignano in un giorno

San Gimignano veduta collinare

La provincia di Siena è un tesoro ricco di piccoli e meravigliosi borghi medievali, la cui bellezza è perfettamente incastonata nello straordinario paesaggio naturale che caratterizza le colline del Chianti. Uno dei più famosi di questi borghi è sicuramente San Gimignano, un piccolo centro di origini medievali che si affaccia sulla Val d’Elsa e che si caratterizza per le sue imponenti torri costruite tra il dodicesimo e il tredicesimo secolo, segno della grandezza delle famiglie facoltose.

Cosa visitare San Gimignano in un giorno

A quel tempo San Gimignano contava più di 17 torri, ma soltanto 16 sono ad oggi visibili ed esse, insieme con le molte altre attrazioni della cittadina, rendono il borgo un vero gioiello che l’UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Ecco, dunque, quali sono i principali siti d’interesse culturale di San Gimignano che possono (e meritano!) di essere visitati durante la vostra giornata.

Visitare San Gimignano in un giorno: la mattina

Una volta arrivati a San Gimignano (se arrivate in macchina dovrete parcheggiarla in una delle tre aree disponibili fuori dal centro storico, che è esclusivamente pedonale), il nostro itinerario inizierà dalla Piazza principale, Piazza del Duomo, dove è possibile ammirare La Chiesa Collegiale di Santa Maria Assunta e il Palazzo comunale. La Chiesa è datata anno 1000 ed è stata oggetto di numerosi restauri nei secoli passati: la facciata elegante e austera che oggi si può ammirare risale infatti al periodo romanico, essendo risultato di cambiamenti fatti durante il tredicesimo secolo.07 Duomo San GimignanoDi fronte noterete due portoni che conducono alla cattedrale, ricchi di testimonianze d’arte della Scuole Senese, così come “L’ultimo Giudizio”, un meraviglioso ciclo di affreschi firmato Taddeo di Bartolo, “Il Martirio di San Sebastiano”, di Benozzo Gozzoli, “Storie del Vecchio testamento” di Bartolo di Fredi dipinto sul muro nell’ala sinistra del corridosio, “Storie del Vecchio Testamento”, dipinto dai fratelli Memmi nell’ala destra, le statue di legno che compongono il “Gruppo dell’annunciazione” di Jacopo della Quercia, così come gli affreschi di Ghirlandaio nella Cappella di Santa Fina, una figura religiosa di straordinaria fede e carisma nata a San Gimignano nonchè Santa patrona della città.

Sempre nella piazza principale troverete altri edifici di grande valore artistico, come il Palazzo Nuovo del Podestà, tra la Torre Grossa e la Loggia del Comune. Questo esempio di architettura medievale è stato costruito nel 1288 e ampliato nel 1323, per diventare poi nel 1337 il Palazzo del Comune. Oggi ospita il Museo Civico comunale, accessibile tramite una scala che inizia nel magnifico cortile interno, decorata con busti d’armi lavorati e decorati con affreschi. Anche l’adiacente Palazzo Vecchio del Podestà merita assolutamente una visita.

Piazza Duomo San GimignanoNelle sale del museo si possono ammirare, fra le altre, opere come “La Madonna col Bambino e San Angerli con umiltà” di Benozzo Gozzoli, due opere (“l’Angelo annunciatore” e “la Madonna annunciata”) di Filippino Lippi, la “Madonna col bambino e i Santi” di Domenico di Michelino, un polittico di Taddeo di Bartolo, tre opere di Lorenzo di Niccolò ed un altare (“Assunzione con i santi Gregorio e Benedetto”) di Pinturicchio. Vale anche la pena vedere la stanza di Dante, decorata dalla maestria di Filippo Lemmi e dedicata al grande poeta che rimase lì per poco tempo nel 1300, e la stanza dei Castelli Raccoglitori, dove la scalinata comincia e porta in cima alla Torre Grossa, dalla quale è possibile godersi una vista su tutto il villaggio e tutta la rigogliosa campagna circostante

Pausa pranzo a San Gimignano: dove mangiare

 Dopo aver trascorso la mattinata immersi nella contemplazione dei supremi pezzi d’arte e d’architettura di Piazza del Duomo, sarà un piacere per voi prepararvi alla seconda parte della vostra visita a San Gimignano: provare la deliziosa cucina del posto e l’inimitabile vino tipico dei dintorni. Dato l’ingente flusso di turisti, il borgo offre una vasta gamma di ristoranti e taverne che propongono la tipica cucina toscana; tra questi raccomandiamo l’Osteria delle Catene, in Via Mainardi, 18 (tel.0577-941966), vicino la piazza principale, il Ristorante Dulcisinfundo, in Via degli Innocenti, 21 (tel. 0577-941919) e la Trattoria La Loggia, sita proprio fuori le mura del illaggio in Via Beccanella (tel. 0577-907267). Per gli amanti del buon vino suggeriamo di visitare il Museo della Vernaccia, posto all’interno della Villa della Rocca Montestoffoli (tel. 0577-940008).

Visitare San Gimignano in un giorno: il pomeriggio

Un altro luogo ricco di fascino ed arte di San Gimignano è Piazza della Cisterna, al centro della quale si trova il famoso e bellissimo monumento marmoreo travertino; attorno al suo perimetro triangolare si snodano eleganti edifici e torri maestose. Se nel passato Piazza del Duomo era il centro politico e religioso del borgo, Piazza della Cisterna costituiva il cuore della vita economica e sociale e ancora oggi ha mantenuto questo ruolo: qui si svolgono festival, tornei sportivi e mercati. In parte la piazza oggi ospita negozi tipici e caffè. Nella parte sud di Piazza Cisterna si trova l’Arco di Becci, sorretto sulla sinistra dall’ominima torre e alla destra dalla torre di Cuganesi. A nord della Piazza si nota l’imponente e bellissima torre di Diavlo circondata dal Palazzo dei Cortesi e dalla Casa Cattani, e ad ovest le torri gemelle di Ardingelli di Palazzo Pellari.

Se avete ancora tempo, ci sarebbero anche molte cose da vedere a San Gimignano: meritano una visita ad esempio la casa di Santa Fina, la Rocca di Monestaffoli che domina la città dall’alto e la Chiesa di Sant’Agostina, opera di Vincenzo Tamagni, Benozzo Gozzoli, Bartolo di Fredi, Tino Camaino, per menzionare solo alcuni dei più famosi artisti. Ci sono molte opportunità anche per chi ama visitare i musei: oltre al sopra menzionato Museo della Vernaccia, consigliamo il Museo Archeologico di Santa Chiara, in Via Folgore, 11 e il Museo delle Torture, in Via San Giovanni, 15 (tel. 0577-940526).

Vi auguriamo un buon soggiorno a San Gimignano!

Lascia un commento