Musei a Siena

siena

I musei da visitare della città di Siena

Se amate la storia, la cultura, l’arte e la bellezza in ogni sua manifestazione, avete l’obbligo di visitare almeno una volta nella vita la città di Siena, che tra le sue antiche mura e nei tantissimi musei disseminati nei suoi palazzi storici, nelle sue chiese e cattedrali maestose, custodisce capolavori di ogni genere e periodo, che testimoniano della magnificenza e del nobile passato di questo splendido borgo medioevale. Qui di seguito vi suggeriamo alcuni dei luoghi e dei musei di cui dovrete assolutamente ricordarvi nel pianificare il vostro itinerario senese.


I musei a Siena
: Museo Civico e Torre del Mangia

Piazza del Campo in Siena, Tuscany, Italy

Piazza del Campo in Siena, Tuscany, Italy

Nelle sale affrescate del Palazzo Pubblico, che con la sua mole armoniosa domina la celebre Piazza del Campo, è ospitato il Museo Civico, sede di numerosissime collezioni di notevole pregio e di opere pittoriche di maestri italiani e stranieri. Gli affreschi da non perdere sono “La Maestà” di Simone Martini che decora la Sala del Mappamondo, e le celebri scene dipinte da Ambrogio Lorenzetti nella Sala dei Nove sugli “Effetti del Buono e del Cattivo Governo”. Salendo gli 88 metri d’altezza della Torre del Mangia potrete invece ammirare un altro tipo di capolavoro, quello architettonico e urbanistico di Piazza del Campo e degli edifici che magistralmente si affacciano lungo il suo perimetro. Il museo Civico è aperto dalle 10.00 alle 18.00 dal 01/11 al 15/03 e fino alle 19.00 dal 16/03 al 31/10. Il prezzo del biglietto intero è di € 8,00 (€ 7,00 con prenotazione), e di € 13 per vedere anche la Torre del Mangia (tel. 0577-292226; visitare il sito ufficiale per info e prenotazioni)


I musei a Siena
:  il Complesso Museale di Santa Maria della Scala

In piazza del Duomo, proprio di fronte alla cattedrale, sorge uno degli ospedali più antichi d’Europa oggi sede di un vastissimo museo che sviluppandosi su 4 livelli offre al turista una sintesi della storia millenaria della città, con collezioni che risalgono all’antichità e arrivano fino a quelle di epoca moderna. Le opere più preziose di Santa Maria della Scala sono costituite dal ciclo di affreschi ospitati nel Pellegrinaio, vastissima ambiente ove diversi artisti illustrarono nel corso del ‘400 scene di vita dell’ospedale, lasciando ai posteri un opera unica nel suo genere oltre che una testimonianza storica ineguagliabile. Il complesso museale ospita, al primo livello, anche il Museo Archeologico con i suoi numerosi reperti di epoca precristiana e romana. Santa Maria della Scala è aperto alle visite dalle 10.30 alle 18.30, ed il costo del biglietto intero è di € 6, con prenotazione di € 5,50 (tel. 0577-224811)

200px-Cathedrale_de_Sienne_(Duomo_di_Siena)I musei a Siena: Museo dell’opera del Duomo

Nella stessa piazza, in quella che nel ‘300 era stata progettata come una nuova navata della cattedrale è invece ospitato fin dall’800 il Museo dell’Opera del Duomo che è così chiamato perché raccoglie i capolavori da esso provenienti. Al pian terreno sono presenti alcune magnifiche opere scultoree che un tempo decoravano la cattedrale, come quelle realizzate da Giovanni Pisano, Jacopo della Quercia e Donatello. Nella stessa sala vi è anche la meravigliosa Vetrata, opera di Duccio da Boninsegna, mentre al primo piano troviamo l’altro capolavoro del primo maestro della scuola senese, la pala d’altare decorata con la “Maestà”, che rappresenta uno dei capolavori più emblematici dell’arte trecentesca italiana. Non fatevi ovviamente mancare una visita alla cattedrale di Santa Maria Assunta ed al suo magnifico pavimento (visibile nel periodo della scopatura), al Battistero e alla Cripta. Per gli orari di apertura e i prezzi per accedere ad ognuno di questi luoghi potete consultare il sito o chiamare il numero 0577-2826300.

I musei a Siena: la Pinacoteca Nazionale

Il più importante museo della città toscana è quello ospitato nei Palazzi Brigidi e Buonsignori, in via San Pietro, ove sono custodite le opere di tutti i grandi maestri della scuola senese con capolavori che vanno dal XII al XVII secolo. Le pitture più prestigiose sono quelle realizzate da Duccio da Boninsegna (Polittico n. 28), Domenico Beccafumi (Trittico della Trinità), Ambrogio e Pietro Lorenzetti (Annunciazione e Pala del Carmine) e Simone Martini (Madonna col Bambino n. 583). Molto interessante è anche la collezione Spannocchi, visibile al terzo piano, con opere di Dürer, Mantegna, Lorenzo Lotto e Gian Battista Moroni. Il museo apre dalle 9.00 alle 13.00 la domenica, i festivi ed il lunedì, e dalle 8.15 alle 19.15 negli altri giorni feriali. Il biglietto costa € 4 (€ 2 ridotto da 18 a 25 anni), mentre l’ingresso è gratuito per gli under-18 e gli over-65.

397254_362044733876479_2112572220_nI musei a Siena: il Museo di Storia Naturale e il Sistema Museale Universitario Senese

Il museo dell’Accademia delle Scienze di Siena (detta de’ Fisiocritici) contiene diverse sezioni dedicate alla geologia, alla zoologia, alla anatomia, alla paleontologia e alla botanica. Si va dunque da collezioni di diverse specie animali e di reperti fossili, a quelle di rocce e minerali o di funghi e licheni, per arrivare fino agli erbari. Il museo si trova in piazzetta Silvio Gigli ed è aperto dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00. L’ingresso è gratuito. Molto ricco è anche il patrimonio custodito dal Sistema Museale Universitario Senese che comprende il Museo Nazionale dell’Antartide, un Museo Anatomico, uno Botanico, collezioni di Preistoria e Archeologia o di strumenti di Fisica.

Altri musei a Siena

Per chi ha tempo le cose da vedere non finiscono qui. Gli amanti delle usanze e delle tradizioni senesi, in particolare del Palio, potranno visitare i 17 musei sparsi nelle altrettante contrade della città, ove sono gelosamente custoditi i drappelloni dei Palii vinti oltre che numerosissimi documenti, foto e cimeli inerenti il maggior evento cittadino. Se non foste ancora contenti restano da vedere il Museo della Società di Esecutori di Pie Disposizioni, con una vasta collezione di antichi oggetti sacri, il Museo Bologna-Buonsignori che espone opere d’arte dal XV al XX secolo, il Museo dell’Archivio di Stato con la sua collezione delle Tavolette di Biccherna e il Palazzo delle Papesse, sede di importanti esposizioni di arte contemporanea.

Lascia un commento